Gli stranieri che lavorano e vivono in Vietnam

Come moltiForeigners working and living in Vietnam come 75,000 gli stranieri provenienti da oltre 60 nazioni vivono e lavorano in Vietnam, secondo recenti statistiche.

costo la ragione principale è vivere in questo paese asiatico è molto più basso rispetto a molti altri paesi. Ed è relativamente facile trovare un posto di lavoro altrove.

“Mi piace lavorare e sperimentare nuovi cibo qui. popolo vietnamita sono di solito molto amichevole, Ho la possibilità di fare amicizia con molti vietnamiti e altri stranieri,”, Ha detto Noel, un insegnante di inglese da Irlanda.

Ovviamente, permangono alcune differenze, sia interessante o no. Per esempio, “visti e permessi di lavoro” in Vietnam sono costosi e difficili da ottenere. E 'molto rumoroso qui. A volte è anche difficile ottenere una risposta diretta dai datori di lavoro,”, Ha detto Noel.

Jeffreyson Liu, (36) chi è dalla Cina ha dichiarato: “Trovo popolo vietnamita molto laboriosa; il cibo è buono e adatto per i miei gusti. Alcuni membri del personale in grado di parlare fluentemente inglese e altre lingue straniere “.

Dopo aver eseguito un'agenzia di viaggi per 5 anni, ha convenuto che “il Vietnam è un'economia emergente, e c'è un grande potenziale di crescita. Vivere in Vietnam è relativamente sicuro”. Inoltre, ha anche citato alcune difficoltà che ha incontrato mentre fare affari in Vietnam, come ad esempio le procedure complicate e le politiche poco chiare che tendono a sovrapporsi.”

In Vietnam, molti stranieri si sono attivamente impegnati in attività sociali. James Rhodes, studioso Fulbright presso l'Accademia di Giornalismo e Comunicazione (AJC) disse, “Mi piace lavorare con il Villaggio Amicizia, il mio libro sulla mia guerra personale e l'esperienza AO dovrebbe uscire presto con tutti i proventi andare al FV per assistere le vittime vietnamite di avvelenamento erbicida.”

Alla domanda su sua impressione del Vietnam, James Rhodes ha detto che “sono vietnamita di lavoro accogliente e difficile; Mi piace essere in mezzo a loro, anche se la loro cultura, tradizione e le buone maniere sono molto diverse.”

James Rhodes ha condiviso la stessa opinione con Noel, “Vietnamiti non sono diretti in molte delle loro risposte a stranieri e molte volte non esprimono i loro sentimenti veri e propri, odiamo che. Pensano di essere gentile ma non vediamo su quella ad essere disonesto. Questa è una grande differenza culturale “. Ha citato“gli stranieri cosa comune trovano frustrante di lavorare in Vietnam, cioè molti vietnamiti hanno paura di prendere una decisione nel timore di dispiacere a qualcuno più in alto.

Quindi, ha sottolineato, nulla sembra avere fatto in modo tempestivo per paura, se qualcosa non è giusto che saranno incolpati. Gli stranieri trovano questo processo per essere estremamente irritante.”James ha poi aggiunto, “Amiamo la gente a‘prendere il toro per le corna’ e ‘correre con it', se è stato un errore, imparare da esso e continuare a andare avanti senza nulla di male “.

(Con VOV)